Caltanissetta Protagonista: “Scandalosa delibera del bando-ponte, inciucio e salvaguardia del gettone"

[embed_video id=101768]Ieri sera in Consiglio Comunale è stato sancito che il Sindaco ha una nuova maggioranza: oltre ai suoi, rigorosamente precettati, la scandalosa delibera del cosiddetto bando-ponte sulla gestione dei rifiuti è stata votata dal grillino Magrì e dai consiglieri del gruppo misto Alaimo, Bellavia, Calafato e Favata. E’ finita così la sceneggiata dei giorni scorsi di chi entra o non entra. Tutto un bluff. All’occorrenza, quando il centrosinistra ha precisi interessi politici e, deve restituire probabili favori, si trovano quelli che fanno finta di fare opposizione. Primo fra tutti Magrì che sostenuto con una puntualità sconvolgente sui network, come a giustificare un comportamento perlomeno anomalo, dichiara che questa è la nuova politica: Si, degli “ignavii”!!! Entrano nel merito, appiattendosi sulle posizioni dell’amministrazione, non suggerendo o modificando nulla. E poi caliamo un velo pietoso su quelli che non sono ne carne ne pesce, gruppo misto o fritto misto, decidete voi, che decidono di avallare un provvedimento che fino a qualche ora prima osteggiavano. Non ci sono i presupposti di urgenza. Per procedere all’espletamento di questa gara occorrono comunque almeno 65 giorni fra la pubblicazione del bando e i termini di gara che ancora non è avvenuta. E vedremo cosa ne penserà l’Urega di celebrare due gare simili con le stesse somme impegnate due volte! Caltanissetta Protagonista si ritrova sulle posizioni, ora si di un centrodestra serio, che non solo non fa da stampella a nessuno ma stigmatizza un provvedimento assurdo, irrazionale ed esageratamente protettivo.
Ieri sera si è proceduto ad approvare una seconda gara per lo stesso servizio: 18 mesi di servizio ancora, chissà da appaltare quando, nonostante la gara per sette anni è già
bandita! Lo abbiamo spiegato a chiara voce. E’ un bando capestro e anche costoso. Non ci resta adesso che inviare tutto alla Procura della Corte dei Conti. I consiglieri ieri sera hanno perfino approvato il progetto e non solo l’impegno finanziario. Cose dell’altro mondo!!! Un nuovo modo di fare politica certo, quello dell’inciucio e della salvaguardia del gettone. Della restituzione del probabile favore, della collaborazione interessata. Scene queste riviste ieri sera. Altro che nuovo corso. Ci rivediamo in sede di mozione di sfiducia. Vedremo i fustigatori e i novelli soccorritori da quale parte staranno.