Auguri di buon anno dal sindaco Di Ventura:” Canicattì, con il suo grande cuore, mi inorgoglisce, e mi da la forza di lottare e impegnarmi”

Auguri di buon anno dal sindaco Di Ventura:” Canicattì, con il suo grande cuore, mi inorgoglisce, e mi da la forza di lottare e impegnarmi”

Il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura dichiara:”L’anno 2020, difficile e doloroso per tutti noi, sta per finire. È stato un anno che ci ha costretti a cambiare abitudini e comportamenti, imponendoci persino di andare contro la nostra connaturata indole di popolo caloroso e accogliente. I canicattinesi hanno affrontato questa complicata realtà sacrificando parte della propria libertà personale e, in alcuni casi, sperimentando la dolorosa perdita di amici, familiari, persone care. Soprattutto queste persone, più di altre colpite dal coronavirus, meritano il nostro rispetto. Soprattutto a loro dobbiamo dimostrare la nostra responsabilità e la rassicurazione che abbiamo imparato dai tanti errori, dalle leggerezze che hanno avuto conseguenze pesanti. Tradizionalmente, la notte di San Silvestro e il Capodanno sono sempre state grandi feste, e a Canicattì abbiamo vissuto in passato bei momenti di allegra e conviviale spensieratezza, e augurio per il futuro. Quest’anno dobbiamo prenderci una pausa dai festeggiamenti, godendo, nell’intimità delle nostre case, della nostra ristretta famiglia, delle piccole cose, di cui abbiamo imparato ad apprezzare l’importanza. Nell’attesa del nuovo anno, l’anno della rinascita e della libertà dal virus, desidero ringraziare con tutto il cuore la mia Canicattì. Tanti sono stati i momenti difficili, per tutti noi, ma la mia Canicattì ha sempre saputo reagire e aiutare le tante persone in difficoltà. Quel “distanziamento sociale” a cui abbiamo dovuto adattarci, si è tramutato in “vicinanza solidale”. Abbiamo avuto la dimostrazione che Canicattì, la mia Canicattì, è una Città che non lascia indietro nessuno, che condivide quel che ha, che aiuta senza tirarsi indietro. Il 2020 si ricorderà anche e soprattutto per quanto di buono è stato fatto. Pensando a tutti questi momenti, desidero ringraziare tutti quanti si sono prodigati per l’ordine, la sicurezza, la solidarietà. Voglio partire ricordando tutte le forze dell’ordine che sono state sempre presenti e attive sul territorio, svolgendo servizi importantissimi e delicati. Ma anche tutto il personale del Comune, che ha dovuto cambiare il proprio modo di operare per garantire i servizi, incrementando il proprio impegno. Un ringraziamento speciale lo merita il mondo delle associazioni e del volontariato: di cuore, grazie a tutti voi che vi siete prodigati con iniziative meritevoli, che hanno fatto emergere sempre più l’aspetto solidale di una generosa e infaticabile comunità qual è Canicattì. Soprattutto nelle fasi più acute della pandemia, avete dato sostegno alle persone più fragili, andando oltre ogni immaginazione. Siete stati degli Angeli con la mascherina. Senza di voi, senza il contributo dei volontari, il sistema non avrebbe retto, e le conseguenze sociali sarebbero state inimmaginabili. E approfitto di questo mio sentito ringraziamento per invitare tutti a riflettere su questo aspetto, riconoscendo il grande valore del volontariato, che ha bisogno di essere sostenuto sempre, e non solo ricordato nel momento del bisogno. Grazie anche ai tanti commercianti e imprenditori che, costretti alla temporanea chiusura del lockdown, pur vivendo un momento difficilissimo e di incertezza, non si sono mai tirati indietro fornendo il proprio aiuto, ognuno per quel che poteva. Per tutto questo, Canicattì, con il suo grande cuore, mi inorgoglisce, ed esserne Sindaco mi emoziona e mi dà la forza di lottare, impegnarmi e andare avanti, perché lo devo ad ognuno di voi. Auguro a tutti voi, a tutti noi, un nuovo anno che, ripartendo da questi valori positivi che avete dimostrato di possedere, possa segnare una svolta propulsiva nelle nostre vite. Auguri a tutti noi, e che il 2021 possa essere pieno di opportunità, salute, serenità.”