Arriva anche a Canicattì il muro della gentilezza. Inaugurazione il 16 gennaio, con l’ultimo atto del progetto “Na Carizza”

Arriva anche a Canicattì il muro della gentilezza. Inaugurazione il 16 gennaio, con l’ultimo atto del progetto “Na Carizza”

Lasci quello che non ti serve, prendi quello di cui hai bisogno: un aiuto concreto per le persone fragili della città.

Anche Canicattì avrà il suo muro della gentilezza dove lasciare indumenti caldi, giacche e libri per le persone che ne hanno più bisogno e che potranno prenderli gratuitamente.

Andrà in scena sabato 16 gennaio, nel rispetto delle normative vigenti di prevenzione per il COVID-19, proprio con l’inaugurazione del muro di via Cirillo, l’ultimo atto del progetto “Na Carizza” che, lanciato a Natale, nella sua prima parte, ha consentito, grazie anche all’enorme contributo di associazioni, cittadini e attività commerciali, di riscaldare il cuore di 1622 cittadini tra grandi e piccini in stato di fragilità.

Nel dettaglio, l’iniziativa che ricade anche nel concetto più ampio di riqualificazione urbana, nata grazie al lavoro sinergico tra il Centro di Prossimità “Walden” di Fondazione Ebbene, l’associazione “La Forza delle Donne”, la società cooperativa sociale “Background” ed il Comune di Canicattì, prevede la realizzazione, da parte dell’artista Andrea Di Pas, di un murales a finalità sociale, dal sapore autentico della solidarietà, raffigurando un’immagine che richiamerà il senso del dono anche attraverso l’installazione artistica di varie forme di attaccapanni dove ogni persona, potrà donare a favore dei più fragili.