Ancora un "NO" allo stoccaggio dell'amianto a Bosco e a Milena

Ancora un "NO" allo stoccaggio dell'amianto a Bosco e a Milena

Ieri sera, a Serradifalco, presso il palazzo Mifsud, si è svolta l’assemblea pubblica sul tema dello stoccaggio dell’amianto in sicilia, in particolare nei siti di Bosco e di Milena. L’assemblea ha rispettato le normativa anti assembramento per la lotta al Covid.

Sono intervenuti molti dei sindaci della provincia ed erano presenti le rappresentanze cittadine organizzatrici dell’incontro.
Ha aperto il lavoro Marcello Palermo, di No Serradifalco, il quale ha ribadito la volontà di vedere finalmente varato un piano per lo stoccaggio dell’amianto in Sicilia, continuando però a negare che Milena, Bosco, Pasquasia e Biancavilla siano i siti giusti per l’obiettivo.
Il geologo Angelo La Rosa ha poi mostrato le immagini, molte delle quali con ripresa dall’alto, di quello che appare chiaramente come  un attuale disastro ambientale , un sito dove è del tutto improponibile stoccare persino l’amianto che già vi giace, a causa del fenomeno della subsidenza.
Di seguito hanno preso la parola i sindaci del comprensorio, ribadendo tutti la unanime volontà di rigettare la previsione governativa, ritenendo che Milena sia più opportuno venga utilizzata come sito estrattivo, mentre Bosco sia del tutto da rigettare per motivi geologici e ambientali, cui già adesso conseguono gravi problemi sanitari.
A questo proposito il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, ha programmato una seconda conferenza dei sindaci della provincia di Caltanissetta, alla quale inviterà il presidente della Regione Sicilia, per la trattazione del tema di cui si è discusso già da mesi.
È intervenuto in video chiamata anche l’onorevole D. Pignatone, il quale ha garantito l’eco parlamentare della iniziativa delle popolazioni nissene, concordando con quanto da esse desiderato.
Hanno preso la parola diversi sindaci, a partire da quello di Serradifalco, di Bompensiere, di Mussomeli e molti geologi, ciascuno dei quali ha apportato informazioni tecniche e storiche alla trattazione dell’argomento.
Gianfranco Cammarata, del Collettivo Letizia, ma a nome del Meetup San Cataldo 5 Stelle, di WWF Sicilia centrale, dei cittadini di Bompensiere, di Milena, di Mussomeli, ha sottolineato la questione dell’ascolto che le istituzioni debbono alle proposte che arrivano dal basso, una necessità negata dagli interessati, assenti a tutte le occasioni, pure essendo invitati.
Il prossimo appuntamento, dunque, la nuova Conferenza dei Sindaci del nisseno, a Caltanissetta.