Agrigento: litiga con la moglie e minaccia il suicidio. Intervengono i carabinieri che sequestrano anche una pistola

Agrigento: litiga con la moglie e minaccia il suicidio. Intervengono i carabinieri che sequestrano anche una pistola

Un uomo di Agrigento di 40 anni, litiga con la moglie, per motivi di gelosia, e si allontana da casa facendo capire che sarebbe andato a suicidarsi. La donna chiama subito i carabinieri. I militari dell’Arma sono riusciti, ben presto, a rintracciare l’agrigentino in un parcheggio. L’uomo  è stato, per più di un’ora, ascoltato. Un’autentica chiacchiera-sfogo, come quella che si fa con degli amici di lunga data. Fra l’altro i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile non sembravano neanche militari, erano in abiti civili e anche questo ha fatto la differenza, amplificando il grado di confidenza. Superato il momento di rabbia e forse anche di sconforto l’uomo è stato riaccompagnato a casa proprio dai carabinieri che hanno sequestrato all’agrigentino la pistola legalmente, e regolarmente, detenuta a casa. Un sequestro, appunto, precauzionale per evitare che la situazione nella coppia potesse nuovamente tornare a degenerare e che riesplodesse qualche momento di rabbia