1 maggio all’insegna dei controlli a San Leone e nelle altre spiagge agrigentine

1 maggio all’insegna dei controlli a San Leone e nelle altre spiagge agrigentine

Oggi 1 maggio nell’agrigentino sono stati potenziati servizi di controllo per evitare maxi assembramenti e scampagnate con decine di persone. La linea del rigore proseguirà almeno per un’altra settimana quando si spera che la Sicilia possa finalmente diventare zona gialla. I maggiori controlli, voluti dal Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, e coordinati dal Questore Rosa Maria Iraci, riguarderanno principalmente le zone di mare della provincia: San Leone resta l’osservata speciale ma ulteriori dispositivi vedranno impegnate le forze dell’ordine a Sciacca, Ribera, Menfi e Licata. Si cercherà di evitare maxi assembramenti sulle spiagge e sui locali balneari.