La Pietro Leone riaccende “La luce negli occhi”: integrazione e lotta alla violenza

La Pietro Leone riaccende “La luce negli occhi”: integrazione e lotta alla violenza

L’integrazione e la violenza sulle donne affrontata nella chiave positiva di riscatto sono i temi dell’ultimo videoclip della band modenese dei “Controtempo”, realizzato in collaborazione con la Cooperativa sociale Etnos, partner ufficiale del progetto territoriale dell’accoglienza e inserito in un progetto di comunicazione nazionale, con il patrocinio del progetto SPRAR (Servizio centrale per il Sistema di Protezione di Richiedenti Asilo e Rifugiati).

Saranno queste le tematiche sulle quali si confronteranno docenti e alunni delle terze classi sabato 17 dicembre alle ore 9:00 presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo “Pietro Leone” di Caltanissetta, particolarmente sensibile ai percorsi di educazione all’incontro e alla solidarietà.

L’incontro formativo, fortemente voluto dall ’Istituto, vuole lanciare un messaggio educativo e non ha soltanto lo scopo di condannare la violenza sulle donne, bensì punta ad evidenziare l’aspetto positivo dello spirito di fraternità e di condivisione gratuita capace di azzerare i pregiudizi e ridare quella speranza che riesce a riaccendere la “Luce negli occhi”. Una luce di speranza per un futuro migliore che si è riaccesa negli occhi dei minori stranieri, accolti come in una famiglia dalla dirigente scolastica, Laura Zurli, dai docenti e dagli alunni dell’Istituto “Pietro Leone”.

Già da un anno, attraverso il “Progetto Scuola e Persona”, l’Istituto porta avanti un percorso di integrazione e dallo scorso settembre accoglie all’interno delle proprie classi i minori stranieri , offrendo supporto didattico e sostegno umano.

Commenti

commenti